Rifiuti, a Misterbianco e Motta protesta contro maxidiscarica

I cittadini dei due paesi hanno manifestato contro l'ampliamento del sito di deposito dell'imondizia in contrada Tiriti che lo farebbe diventare il pkiù grande della Sicilia

CATANIA. I cittadini di Misterbianco e Motta Sant'Anastasia protesteranno domani mattina contro il "mega-ampliamento della discarica di contrada Tiritì". Nel corso della manifestazione, promossa dai comitati "No discarica" di Misterbianco e Motta Sant'Anastasia, due cortei partiranno dai due paesi per poi congiungersi sulla statale 121 e raggiungere i cancelli della discarica.
Con questa mobilitazione i cittadini di Misterbianco e Motta chiedono "la revoca dell'ampliamento della discarica per 2,5 milioni di metri cubi recentemente concesso dalla Regione siciliana che trasformerebbe il sito attuale nella più grande discarica dell'isola, trasformando tutta la zona nella pattumiera della Sicilia".
Nell'organizzazione della manifestazione sono state coinvolte le associazioni di volontariato più rappresentative di Misterbianco e Motta e sono stati invitati a partecipare non solo i cittadini ma anche i rappresentanti di tutte le forze politiche e sociali che operano sul territorio. Ha già annunciato la sua partecipazione con fascia tricolore il primo cittadino di Misterbianco, Nino Di Guardo, che nei prossimi giorni, su proposta del Comitato No Discarica, presenterà un ricorso al Tar contro l'attuale Piano regionale dei rifiuti per bloccare il progetto di ampliamento della discarica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X