Spazzatura ad Acireale, il sindaco contro la Dusty

ACIREALE. Non si è tenuto l'annunciato sciopero dei netturbini, che si sarebbe dovuto tenere oggi. Ma rinviato, non annullato, in attesa che dall'amministrazione comunale e dall'Ato Aciambiente arrivino ulteriori garanzie per i lavoratori che, finora, hanno avuto solo un acconto sullo stipendio di settembre, e attendono il saldo. Ma i lavoratori della Dusty, la ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti in città, aspettano risposte anche riguardo alla pulizia dei cassonetti e alla consegna dell'abbigliamento invernale. Intanto l'amministrazione acese ha aperto un nuovo fronte di scontro con la Dusty, comminando alla ditta sanzioni per quasi 10mila euro per il mancato spazzamento di diverse strade del centro e dell'hinterland: "Il disservizio – ha fatto presente il presidente del Collegio dei liquidatori di Aciambiente, Sergio Fontana - ha provocato inefficienze, con pregiudizio all'igiene e al decoro. Pertanto diffidiamo la Dusty a provvedere alla pronta e immediata regolarizzazione". I disservizi sono stati evidenziati nel corso di un sopralluogo effettuato da Aciambiente assieme al sindaco Nino Garozzo: «Ci aspettiamo una maggiore collaborazione sia da parte della ditta che dei lavoratori perché i servizi previsti dal capitolato vengano rispettati. Ho notato personalmente come il servizio in diversa parti della città sia del tutto scoperto. Ciascuno faccia la propria parte: non si è solo destinatari di diritti ma anche di doveri». Ra. Mu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X