Tentata truffa con assegni: due fermati

In manette sono finiti Alfio Mancino di 32 anni, di Aci Catena, e Giuseppe Nicolosi di 35, di Acireale. Le accuse vanno dalla truffa alla sostituzione di persona e violazione delle "disposizioni sul riciclaggio"

CATANIA. Con documenti e assegni falsi si sono presentati a un commerciante per mettere a segno una truffa. Ma la vittima si è insospettita ed ha avvisato i carabinieri. In manette sono finiti Alfio Mancino di 32 anni, di Aci Catena, e Giuseppe Nicolosi di 35, di Acireale. Mentre è stato denunciato a piede libero il camionista che li accompagnava, R. S., catanese di 43 anni. Le accuse vanno dalla truffa alla sostituzione di persona, dal possesso di documenti di identificazione falsi alla violazione delle «disposizioni sul riciclaggio».

È accaduto a Bompietro, dove Mancino e Nicolosi hanno preso di mira un venditore di prodotti per l’edilizia. «I due si sono spacciati per i titolari di una fantomatica impresa dicendo di essere interessati a fare degli acquisti - spiegano i militari - ed hanno preso merce per 5.500 euro pagandola con due assegni. Il commerciante si è insospettito e, non potendo verificare se i titoli fossero coperti, ha chiamato il 112».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X