Trecastagni, scricchiola la Giunta Fisichella: "Non intendo dimettermi"

L’assessore comunale allo Sviluppo sconfessa tutte le voci "di piazza" e "di palazzo" che lo vogliono a casa
Catania, Archivio

TRECASTAGNI. "Ne riparleremo dopo le elezioni regionali", aveva affermato, qualche settimana fa, Edmondo Pappalardo, presidente della commissione provinciale Lavori pubblici, anima dell'area degli ex di An del Pdl di Trecastagni, potenziale candidato alle amministrative della primavera 2013 alla carica di primo cittadino, per la quale è in lizza contro l’attuale sindaco ex Fi del Pdl, Pippo Messina, che la sua ricandidatura l’ha annunciata. Messina, la scorsa settimana, aveva chiamato i pidiellini trecatagnesi a sedersi attorno ad un tavolo, ma, quasi tutti i componenti dell'area ex An hanno disertato l’invito. Insomma, quello che si paventa è una imminente resa dei conti all'interno del Pdl trecastagnese. La verifica è comunque rimandata al dopo il 28 ottobre, quando sarà possibile fare anche la conta dei voti raccolti a Trecastagni dai due diversi candidati del Pdl all'Ars, che stanno sostenendo Messina e Pappalardo.

Intanto, Alfio Fisichella, ex An, assessore comunale allo Sviluppo economico, sconfessa tutte le voci "di piazza" e "di palazzo", che lo vogliono prossimo alle dimissioni. "Smentisco in modo assoluto queste voci, che spesso assomigliano alle voci delle sirene che provocavano Ulisse. La delega di assessore, mi è stata assegnata dal dottore Messina e lascerei la Giunta solo se il sindaco mi togliesse tale delega o il Consiglio comunale votasse la sfiducia nei miei confronti. Resto al mio posto! C'è da aggiungere che mentre mi davano dimissionario, ho organizzato, con la collaborazione fattiva della giunta, di amici e di associazioni di varie tipologie, la quattordicesima edizione della Festa del castagno, che si conclusa domenica scorsa. Circa 50 mila visitatori, grande qualità dei prodotti esposti nelle casette-stand e io dimissionario... Per favore!".

Fisichella non seguirà le orme dell'ex-An Antonella Pappalardo (Pdl), che, in in piena estate, ha abbandonato la giunta, perchè "incompatibile con le scelte del sindaco".
In tema di dimissioni dalla Giunta, non bisogna dimenticare quelle di Salvo Lo Monaco (Pdl-ex forzista), dimissioni "per protestare contro la Regione siciliana" per il trattamento riservato ai precari comunali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X