Privatizzazione delle Terme di Acireale, slitta il bando

ACIREALE. Si attendeva con ansia che sulla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana di ieri comparisse il bando per la privatizzazione delle Terme. Invece, come lamenta il coordinatore del Forum cittadino Saro Faraci, i cittadini dei centri termali di Acireale e Sciacca dovranno attendere ancora. "Con straordinario tempismo - lamenta Faraci - il Dipartimento Bilancio e Tesoro ha invece pubblicato un documento dell’assessore dal titolo: raccolta direttive e circolari applicative sulle società partecipate della Regione Siciliana, che rappresenta, in qualche modo, il memoriale dell'assessore sulle Partecipate. Una scelta legittima, per carità, ma sicuramente di discutibile gusto". Se il coordinatore delle Terme è indispettito, il sindaco invece è fiducioso: "Abbiamo la certezza che il bando sia stato trasmesso alla Gurs che, poi, ha i suoi tempi - afferma Nino Garozzo - Il fatto che la pubblicazione del bando slitti di qualche settimana, non cambia più di tanto la situazione delle Terme: non sarà infatti il bando a risolvere il problema, ma tutto l'iter che seguirà". Intanto il fronte che fino all'ultimo incontro tra amministrazione e Regione era stato compatto tra sindaco e Forum, si è improvvisamente rotto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X