Altro rinvio per la vicenda Aligrup

La sezione fallimentare del Tribunale di Catania avrebbe dovuto pronunciarsi oggi sull'ammissibilità del piano di ristrutturazione del debito di Aligrup che ammonta a 150 milioni di euro

CATANIA. Ancora un altro rinvio. La sezione fallimentare del Tribunale di Catania avrebbe dovuto pronunciarsi oggi sull'ammissibilità del piano  di ristrutturazione del debito di Aligrup che ammonta a 150 milioni di euro. Ma niente da fare. Bisognerà attendere il 13 novembre. “Siamo seriamente preoccupati – sottolinea Michele Russo, Coordinatore del Comitato Spontaneo Dipendenti Aligrup – c’è una gravissima crisi economica e finanziaria che sta attraversando la società che gestisce l’insegna Despar in Sicilia. Per l’hinterland catanese e per tutto il territorio regionale è un allarme sociale di enorme portata, considerato il livello occupazionale, circa 1660 dipendenti in maniera diretta ed un indotto di ulteriori 1500”.
Se la sentenza del Tribunale dovesse dare esito positivo si proseguirà sulla strada intrapresa, altrimenti si andrà verso il fallimento.
Intanto i lavoratori non stanno con le mani in mano e approfittano della presenza a Catania del neo eletto Presidente della Regione, Rosario Crocetta, per organizzare un sit in di protesta. Domani mattina dalle 9 alle 12 si riuniranno, infatti, sotto il Palazzo della Cultura, via Vittorio Emanuele 121, dove Crocetta sarà presente per una già annunciata conferenza stampa insieme a Franco Battiato, indicato come possibile nuovo assessore regionale alla Cultura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X