Chiuso l’aeroporto di Catania: decoli e atterraggi a Sigonella

Lavori di riqualificazione a Fontanarossa fino al 5 dicembre. Lo scalo attivo solo per le operazioni di check-in e controlli di sicurezza

CATANIA. E' chiuso da oggi l'aeroporto di Catania, e lo resterà fino alle 24 del 5 dicembre prossimo per lavori straordinari di riqualificazione della pista e di tutto l'air side. Lo scalo di Fonatanarossa è aperto soltanto per le operazioni di check-in e controlli di sicurezza per le partenze, e di ritiro bagagli per gli arrivi. Decolli e atterraggi si svolgono dalla base di militare di Sigonella. I collegamenti avvengono con autobus navetta messi a disposizione dalla Sac, 'sterilizzati' alla partenza e scortati, sia all'andata sia al ritorno.    
La chiusura dell'aeroporto è avvenuta dopo le 8, per permettere agli aerei che hanno “dormito” a Catania di ripartire da Fontanarossa carichi di passeggeri. Il primo utilizzo dello scalo alternativo di Sigonella è avvenuto con un arrivo: l'atterraggio, alle 08.10 circa, del volo Meridiana Ig 227 proveniente da Milano Linate. Poi c'é stata la partenza, alle 9.10, del volo per Milano Linate dell'Air Italy I9 9220.     
Sul piazzale di sosta di Sigonella, ristrutturato a spese della Società aeroporto di Catania (Sac), sono già stati trasferiti una serie di mezzi necessari a garantire la piena operatività dello scalo militare che per un mese ospiterà il traffico civile. E' la prima volta in Italia che un'aeroporto civile non interrompe completamente la propria operatività durante una chiusura per lavori sulla pista.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X