Un mago di Acireale smascherato da "Le iene"

Alfo Sciacca, 72 anni, noto come il "mago Paracelso" dovrà rispondere dei reati violenza privata continuata e di esercizio del mestiere di ciarlatano. Diceva di saper "curare l'omosessualità"
Catania, Archivio

ACIREALE. Le sue abilità di «mago« Alfio Sciacca adesso sarà costretto a metterle in pratica davanti alla magistratura, se ci riuscirà. L'uomo, un 72enne acese noto anche come il «mago Paracelso» dovrà infatti presentarsi davanti ai giudici per rispondere dei reati violenza privata continuata e di esercizio del mestiere di ciarlatano: «colpa» delle Iene di Italia 1, che lo hanno smascherato, nel corso di una puntata andata in onda qualche mese addietro, e in cui l'inviato della trasmissione condotta da Ilary Blasi, Niccolò Torrielli, era riuscito a introdursi nello studio che il «mago» aveva proprio ad Acireale fingendosi omosessuale.

Già, perché la «specialità« del «Mago Paracelso» era, a suo dire, proprio quella di saper «curare l'omosessualità», che durante il colloquio col finto cliente, il sedicente stregone definiva «una malattia terribile». Per curare la quale il «mago» prendeva una esosa parcella: ben 5mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X