Avaria ad un mezzo militare Usa, chiuso per mezz'ora l'aeroporto di Sigonella

Lo rende noto la Sac. Il velivolo, dopo pochi minuti dal decollo, ha dichiarato emergenza a causa di una avaria dovuta alla presenza di fumo in cabina
Catania, Archivio

CATANIA. L'aeroporto militare di Sigonella,  che ospita i voli dell'aeroporto di Catania durante i lavori di  rifacimento della pista a Fontanarossa, è stato chiuso per  circa mezz'ora, dalle 16.07 alle 16.39, per problemi a un  velivolo C130 dell'Air Force Usa. Lo rende noto la Sac.     Il velivolo, dopo pochi minuti dal decollo, ha dichiarato  emergenza a causa di una avaria dovuta alla presenza di fumo in  cabina. Il personale del controllo dello spazio aereo ha  attivato la procedura prevista per tutti i casi di emergenza,  dando priorità all'atterraggio del C130. Per questo il  comandante del volo Meridiana IG823, proveniente da Roma  Fiumicino con previsto atterraggio su Sigonella alle 16.15, ha  deciso di divergere a Palermo a causa dell'allungamento dei  tempi di attesa. A emergenza positivamente conclusa, Sigonella  è stato nuovamente disponibile per il traffico aereo dalle  16.40. Il volo Meridiana è rientrato su Sigonella alle 18.10.     Dal 5 novembre al 5 dicembre, a causa dei lavori straordinari  di manutenzione all'Air Side dell'Aeroporto di Catania  Fontanarossa, il traffico civile è trasferito sulla base di  Sigonella grazie a un accordo fra Aeronautica Militare, Enac e  Sac, gestore dello scalo etneo. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X