Giarre, emergenza rifiuti: mobilitata la Prefettura

I lavoratori dell'Aimeri non espletano da giorni il servizio perché senza stipendio e senza carburante nei veicoli. La ditta vanta crediti milionari, l'Ato non ha fondi e i Comuni allungano la liste di inadempienze contrattuali

GIARRE. La Prefettura assicura che "viene seguita con attenzione per i riflessi di ordine pubblico, ma nell'ambito delle rispettive competenze" l'emergenza ambientale e sanitaria provocata dalla paralisi della raccolta dei rifiuti da Giarre e Riposto a Castiglione e Bronte. A sollecitarne l'intervento è stato ieri il consigliere provinciale del Pd Salvo Patanè, che ha denunciato "l'inestricabile intreccio di responsabilità tra Joniambiente, Comuni e Aimeri" e chiesto al prefetto di "avocare a sé la trattativa indicando ruoli, obblighi, adempimenti". "Le responsabilità disattese per anni - dice Patanè - sono arrivate al pettine: una vertenza così complessa, con al centro il diritto fondamentale dei cittadini a vivere in città decorose, non può più essere ignorata". Nella lettera aperta firmata dal consigliere provinciale, si legge: "Mentre i cittadini pagano i costi di un'emergenza sanitaria senza precedenti che non assicura neanche la raccolta e lo smaltimento della indifferenziata, i lavoratori dell'Aimeri non espletano da giorni il servizio perché senza stipendio e senza carburante nei veicoli. La ditta vanta crediti milionari, l'Ato non ha fondi e i Comuni allungano la liste di inadempienze contrattuali adducendole i mancati versamenti delle quote di spettanza". "La situazione è diventata esplosiva anche per i riflessi di ordine pubblico derivanti dalle tensioni ingenerate tra gli operai che si sentono incalzati e a rischio lavoro, dalle ditte incaricate dai Comuni che tamponano l'emergenza con interventi sostitutivi. Emergenza sanitaria, rischio ambientale, ordine pubblico, sono elementi più che sufficienti per spostare il tavolo di contrattazione da quello inutile e rissoso dei Comuni, dell'Ato e dell'Aimeri, a quello prefettizio".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X