Acireale, appello a Crocetta per le Terme e il Carnevale

A lanciarlo è il sindaco Nino Garozzo in persona con una lettera inviata, oltre che al nuovo presidente della Regione, anche ai deputati regionali acesi Angela Florio e Nicola D'Agostino
Catania, Archivio

ACIIREALE. Un appello a Crocetta per le Terme e il Carnevale. A lanciarlo è il  sindaco Nino Garozzo in persona con una lettera inviata, oltre che al nuovo  presidente della Regione, anche ai deputati regionali acesi Angela Florio e  Nicola D'Agostino.



Nella lettera, il sindaco spiega a Crocetta cosa è successo poco prima del suo arrivo sulla questione Terme: "C'erano stati alcuni segnali di incoraggiamento, con la promessa da parte dell'assessorato all'Economia di pubblicare il bando pubblico di ricerca di mercato per l'affidamento della gestione delle Terme - ha affermato il sindaco - Un impegno pubblico datato il 23 ottobre scorso, ma dopo settimane di inutili attesa non si hanno notizie sullo stato del procedimento. E in città c'è molta delusione per questa nuova fase di stallo".
"Le Terme - aggiunge il primo cittadino - e i due alberghi a esse collegate sono chiuse da tempo, a causa della mancata attivazione da parte della Regione delle procedure previste dalle leggi vigenti, mentre il territorio ha progressivamente perso un pezzo importante di economia". Economia del territorio che riguarda anche il Carnevale, per il quale la Regione deve ancora al Comune la bellezza di 99mila euro: "Fondi che - spiega Garozzo - Nel corso  degli anni si sono più che dimezzati. Eppure si tratta di una delle poche manifestazioni che, in tutta l'Isola, producono turismo nel vero senso della parola. Per la città, tratta di una risorsa insostituibile, ancor più in tempi di crisi come quelli di oggi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X