Acireale, è polemica sugli affitti del Comune

La denuncia arriva dal consigliere di opposizione Giuseppe Torrisi che evidenzia come nei bilanci esistano ancora delle voci legati al pagamento degli affitti di strutture non più utilizzate

ACIREALE. «Il Comune di Acireale continua a pagare gli affitti degli edifici che ospitavano gli uffici comunali, ora trasferiti nei locali di via Villalba». La denuncia arriva dal consigliere di opposizione Giuseppe Torrisi che evidenzia come nei bilanci del Comune esistano ancora delle voci legati al pagamento degli affitti di strutture non più utilizzate. «Alcune - sostiene Torrisi - non sono più usate da almeno quattro anni, eppure il Comune ha continuato a pagare l'affitto. Una cosa scandalosa per un Comune che ha dovuto infierire sui cittadini imponendo alte aliquote di Imu e poi sperpera denaro in questo modo. Raccoglierò tutte le carte e nel caso sono pronto anche a presentare una denuncia alla Corte dei conti per contestare un danno erariale. Davanti a fatti di questo genere, il sindaco farebbe bene a rassegnare le dimissioni, invece che continuare a spacciare la sua amministrazione come virtuosa». In effetti, le voci dei fitti passivi risultano in un documento dell'area tecnica del settore Lavori pubblici, elencati ciascuno con il proprio importo. Ma in coda al documento, si legge anche che "gli uffici di ragioneria di questo Ente hanno regolarmente provveduto, successivamente alla consegna degli immobili, alla liquidazione dei canoni dovuti, calcolando il loro ammontare con riferimento al giorno dell'avvenuto rilascio”. In pratica, i fitti che risultano nel documento come ancora "attivi" in realtà sarebbero già stati estinti con il pagamento ai "padroni di casa" del dovuto fino alla data di abbandono degli immobili, e non oltre. «Grazie alla disponibilità dell’ex casa Albergo e, quindi, al conseguente trasferimento dei diversi uffici comunali nella nuova sede, è stato possibile effettuare una ricognizioni sugli affitti passivi che ha consentito la dismissione di numerosi fitti e, dunque, sensibili risparmi - ha tenuto a spiegare il sindaco Nino Garozzo - Anche l’emendamento tecnico presentato dagli uffici comunali in sede di Bilancio, è con valori in negativo, cioè: risparmio per le casse del Comune».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X