Paternò, lite con spari per l'uso del cortile: due arresti

Antichi rancori per un cortile condiviso. Questo il movente dell'aggressione sfociata in sparatoria la vigilia di Capodanno tra un 31enne e un 73enne
Catania, Archivio

PATERNO'. Antichi rancori per l'uso di un cortile che condividono: sarebbe questo il movente
che alla vigilia di Capodanno sfociata in un'aggressione con sparatoria tra un 31enne e un 73enne che sono stati arrestati da carabinieri della compagnia di Paternò per lesioni personali aggravate e porto illegale di arma da fuoco.

Secondo la ricostruzione fornita da militari dell'Arma, sarebbe stato il 31enne a malmenare per strada l'anziano colpendolo con il calcio di una pistola e esplodendo poi alcuni colpi in aria a scopo intimidatorio. Il 73enne ha consumato subito la sua vendetta: è tornato a casa ha preso un fucile da caccia, legalmente detenuto, si è messo alla ricerca dell'aggressore e quando lo ha trovato gli ha sparato contro alcuni colpi, ferendolo lievemente al cuoio capelluto, al torace, a un braccio e alla colonna dorsale.

L'uomo è stato giudicato guaribile in 5 giorni. L'anziano ha riportato un ematoma sottocutaneo nella zona temporale e zigomatica sinistra, guaribile in 7 giorni. Il 31enne è stato condotto in carcere, il 73enne agli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X