Vandali al «Com» di Paternò, l’edificio è ancora da inaugurare

Sfondate sei finestre e svuotati gli estintori della struttura comunale
Catania, Archivio

PATERNO’. Atti vandalici al Com, il centro operativo misto, l’edificio che si trova a poche decine di metri dal Palazzo comunale di zona Ardizzone.
La struttura non è ancora operativa, visto che la mancanza di fondi non permette di completarla: infatti devono essere realizzati gli impianti di riscaldamento e di elettricità nonche quello di telefonia e bisogna ancora acquistare gli arredi.
L’atto vandalico è stato scoperto nel corso dell’ultimo giorno dell’anno; ignoti hanno in pratica distrutto, utilizzando dei grossi sassi, i vetri di almeno sei finestre; inoltre hanno danneggiato le due grosse vetrate del portone d’ingresso dell’ala sud della struttura, abbattendole entrambe.
I vandali non contenti di ciò hanno fatto la loro intrusione all’interno dell’edificio; una volta dentro i vandali hanno svuotato gli estintori, presenti nella struttura, e danneggiato anche il vano ascensore.
Un passante ha notato le finestre aperte della struttura da dove sarebbero entrati i vandali allertando le forze dell’ordine; sul posto per un primo sopralluogo gli assessori comunali Giuseppe Carciotto, Agostino Borzì e Alessandro Cavallaro; quest’ultimo ha fatto uno specifico controllo dentro l’edificio appurando ciò che era successo, mentre l’assessore Carciotto ha ritrovato all’esterno del Com, uno degli estintori in forza al centro operativo misto e lasciato fuori dai vandali.
I danni causati dal raid vandalico ammonterebbero a diverse migliaia di euro.
La struttura, in un futuro non precisato, dovrebbe ospitare la caserma della Guardia di Finanza di Paternò.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X