L’Udc ha scelto gli aspiranti parlamentari

Comune, Porto e Giustolisi sono passati ai centristi. Esprime "grande soddisfazione" per il moltiplicarsi dei consiglieri il segretario catanese Calogero
Catania, Archivio

CATANIA. Alessandro Porto era stato facile profeta: "Per adesso - aveva detto nei giorni scorsi - a Palazzo degli Elefanti sono il solo consigliere vicino al senatore Giovanni Pistorio. Ma altri sono in arrivo". E in effetti ieri Carmelo Giustolisi, ex Pdl attualmente al gruppo misto, ha reso noto di avere lasciato Grande Sud per abbracciare l'Udc "in quota Pistorio". In Comune, quindi, i centristi si preparano a costituire nelle prossime ore un gruppo (di opposizione) composto da almeno otto rappresentanti: con Porto e Giustolisi, si ritroveranno sotto la stessa insegna Marcello Bottino - fedelissimo di Marco Forzese - e il "gruppo Leanza" formato da Salvo Di Salvo, Nino Bonica, Carmelo Nicotra e dai nuovi arrivati Giovanni Marletta e Dario Daidone che hanno appena abbandonato Mpa e Pdl. "Grande soddisfazione" per il moltiplicarsi dei consiglieri è stata espressa ieri dal segretario etneo Udc Salvo Calogero che, intanto, ha trasmesso in serata alla Direzione nazionale l'elenco degli aspiranti parlamentari da candidare nella Lista Monti. Il fax è stato inviato dopo quarantott'ore di "bilancino" tra le diverse componenti del partito che, mercoledì, s'erano date appuntamento nella sede di corso Sicilia per il confronto decisivo, ma avevano poi affidato l'ultima fatica ai due dirigenti provinciali "biancofiore". Per Montecitorio sono stati, tra gli altri, proposti il presidente della commissione Affari istituzionali dell'Ars Marco Forzese, gli ex deputati regionali Salvo Giuffrida e Salvino Barbagallo, la logopedista Elisabetta Vanin, lo stesso Salvo Calogero il medico di Caltagirone Carmelo Petrosino il docente paternese Pietro Addario e ancora Filippo Cirolli, Elena Sozzi e Maria Grazia Salomone. Nessuna offerta di candidatura - come s'era vociferato mercoledì - da Di Salvo e Daidone, né dal direttore dell'Azienda "Garibaldi" Angelo Pellicanò. Per Palazzo Madama, invece, sono in corsa il rettore uscente Tony Recca, già presidente regionale dell'Udc, l'ex deputato regionale Giovanni Pezzino e il segretario amministrativo Claudio Bandini, Gianfranco Todaro, Silvana Licandro e Vincenza Baglieri. La posizione di Giovanni Pistorio, in quanto senatore uscente, sarà valutata e "tutelata" dagli organi nazionali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X