Bianco: «Mi candido a sindaco»

Il parlamanetare rinuncia ad andare in lista per le Politiche: «Al parlamento preferisco la mia città». Beretta: «Facciamo le primarie»

CATANIA. Nelle stesse ore in cui il Pd romano ha sciolto definitivamente il nodo sui «paracadutati» nelle liste siciliane per Camera e Senato, Enzo Bianco ha annunciato di volersi impegnare a tempo pieno nella sua corsa per fare ritorno alla vecchia poltrona di primo cittadino. Nel corso di un’intervista a un emittente nazionale, ieri mattina, il senatore ha dichiarato: “Piuttosto che il Parlamento, preferisco Catania. Nel mio cuore c'é una forte passione per la mia città, sono stato sindaco in una stagione difficile ma molto bella. Penso sia la cosa più bella che possa accadere a chi ama la politica”.

Bianco, quindi, ufficializza la sua candidatura. Deve, però, vedersela con gli altri aspiranti sindaci. Innanzitutto, quelli del suo stesso partito: Maurizio Caserta e, soprattutto, Giuseppe Berretta. Il deputato, che aveva vinto le “parlamentarie” del Pd, sarà in competizione per la Camera ma ribadisce: “Adesso, sono anche più motivato di prima a candidarmi per il Comune – ha affermato Berretta – Prende corpo, finalmente, la disponibilità di Bianco e sembra quindi inevitabile intraprendere le primarie per individuare il rappresentante migliore del partito e della coalizione”. Gli fa eco il segretario cittadino Saro Condorelli: “Convocherò al più presto un’assemblea cittadina per stabilire la data e le modalità di svolgimento della consultazione”. Condorelli con il segretario provinciale Luca Spataro annuncia anche “un giro di consultazioni con le altre forze del centrosinistra”. Per Idv, Gino Porrovecchio assicura “la voglia di dialogo con il Pd”. Il consigliere provinciale, che è uno dei tre commissari dei “dipietrini” in terra d’Etna, afferma: “A differenza delle Nazionali, dove purtroppo allo stato attuale sembra che le nostre strade si stiano dividendo, io credo nell’intesa con il Partito Democratico. Se ci saranno primarie, parteciperemo. Potremmo anche individuare un nostro candidato insieme con il Movimento Arancione (fondato in campo nazionale da Luigi De Magistris con Antonio Ingroia che ora guida la coalizione Pdci-Rifondazione-Verdi-Idv, ndr)”. Ad auspicarsi una soluzione condivisa “anche senza fare ricorso alle primarie”, infine, era stato nei giorni scorsi per la Lista Crocetta il consigliere comunale Francesco Navarria: “Lavoreremo – aveva detto – per mettere tutti d’accordo, Udc compreso”. Dal Pdl, infine, la bordata dei deputati regionali Salvo Pogliese e Marco Falcone: “Paradossale, per non dire altro, il tentativo del senatore Bianco di contrabbandare la sua estromissione da ogni ipotesi di candidatura al Parlamento nazionale come una scelta per Catania”. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X