Vincenzo scomparso nel nulla La zia: «Aiutateci a ritrovarlo»

Uscito per un caffé non ha più fatto rientro a casa. I familiari: è malato, ha bisogno di cure

CATANIA. Si infittisce il mistero sulla scomparsa di Vincenzo Calcagno Giarrusso, il giovane di 22 anni, sparito nel nulla dalle 16 del primo di gennaio, l’ora in cui il ragazzo ha detto a una zia (che lo ospita dal 16 luglio dopo il litigio avuto con la madre), che usciva per andare a prendere un caffè nel vinco bar di Scala Vecchia e che non sarebbe mancato molto. Un mistero sul quale indagano i carabinieri, lavorando a a 360 gradi per capire cosa effettivamente sia successo lo scorso martedì al giovane.

«Mio nipote è uscito dicendomi che stava andando al bar – racconta Alessandra Cannizzaro, zia del giovane scomparso. Vincenzo da quanto abita con me si era adeguato alle abitudini della nostra famiglia. Si pranzava e cenava tutti assieme sempre allo stesso orario. Un ragazzo introverso, timido. Vincenzo teneva acceso sempre il cellulare non è da lui spegnerlo». Martedì scorso non vedendolo rientrare per l’ora di cena, hanno provato a rintracciarlo attraverso il telefonini. Ma il tentativo si è rivelato inutile. Avviate le ricerche dagli stessi zii presso i pochi amici e anche presso la famiglia della madre, Vincenzo è il terzo di sette figli, alla fine non c’è stato riscontro. All’indomani scattata la denuncia presso il comando stazione di Paterno. I carabinieri hanno avviato le indagini. Al momento della scomparsa il ragazzo indossava jeans blu e un giubbino di colore scuro con, lateralmente, un binario di strisce biancorosse e calzava un paio di scarpe Hogan. Ha un piercing all’altezza del sopracciglio sinistro assieme a due orecchini. Inoltre ha un tatuaggio al braccio. Il giovane è malato di talassemia e percepisce “mensilmente” una piccola pensione. È padre di un bambino di pochi mesi avuto da una ragazza dopo la classica ”fuitina” d’amore. Vincenzo non aveva soldi con se, ma solo il bancomat di Poste Italiane: i carabinieri, da opportuni controlli, avrebbero appurato che nessuna avrebbe toccato quella carta, ne vi sarebbero dei movimenti nel conto del giovane scomparso. «Vincenzo è affetto da talassemia - dice zia Alessandra - mancano solo pochi giorni all’appuntamento con la prossima trasfusione, da fare entro il prossimo 11 gennaio. Anche per questo siamo molto preoccupati per lui».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X