Ato 3, Simco vuole troncare la raccolta rifiuti in 18 comuni

Le quattro imprese che formano in consorzio hanno annunciato di ritirarsi dal servizio in quanto dicono in una lettera di avere appreso che "I comuni di Simeto Ambiente non rientreranno nel procedimento relativo alle anticipazioni disposte a garanzia della rapida estinzione dei debiti connessi alla gestione integrata dei rifiuti"
Catania, Archivio

CATANIA. All’orizzonte una possibile nuova emergenza rifiuti nei 18 comuni dell’Ato 3. Le quattro imprese che formano in consorzio Simco hanno annunciato di ritirarsi dal servizio in quanto dicono in una lettera di avere appreso che "I comuni di Simeto Ambiente non rientreranno nel procedimento relativo alle anticipazioni disposte a garanzia della rapida estinzione dei debiti connessi alla gestione integrata dei rifiuti", a quanto pare perché alcuni comuni non avrebbero approvato il piano di rientro dei debiti nei confronti dei fornitori. Il commissario liquidatore getta acqua sul fuoco. "Noi abbiamo la coscienza apposto - dice Angelo Liggeri - per cui non riesco a capire a cosa si riferisca il Consorzio Simco, quando parla di inadempienze. Dalla Regione ci hanno detto che tutto è a posto". La questione sarà oggetto di una riunione in Prefettura prevista per mercoledì allo scopo di scongiurare la sospensione del servizio e il licenziamento in tronco di 524 operatori ecologici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X