Paternò, cannello e bombola a gas per svaligiare i distributori

È la nuova tecnica che sta facendo perdere il sonno ai gestori delle stazioni di servizio, un tempo oggetto di rapina
Catania, Archivio

PATERNO'. La «banda del bancomat» ha una evoluzione. Si chiama «banda della fiamma ossidrica». È la nuova tecnica che sta facendo perdere il sonno ai gestori delle stazioni di servizio, un tempo oggetto di rapina. Ora che il personale alle pompe è stato sostituito dai distributori automatici, ecco che di notte i «forzieri» delle aree di servizio vengono assaltati con il «cannello». La zona bersagliata è quella di Paternò: cinque raid.

Dopo i colpi ai danni dei rifornimenti di Motta Santa Anastasia, Nicolosi e Misterbianco, i ladri hanno colpito alla Esso di via Vittorio Emanuele a Paternò. In due, con i volti travisati da passamontagna e alle mani guanti di lattice, sono entrati in azione poco dopo le 4,30, come si evinde dalle immagini del sistema di video sorveglianza. L’azione è durata pochi minuti: 5 mila euro il bottino e via a piedi, ma di sicuro qualche decina di metri più avanti c’era una vettura ad attenderli, forse con un complice alla guida. O.C.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X