Paternò, il sindaco riassegna le deleghe

A Borzì verde pubblico, parchi e cimiteri, turismo a Cavallaro, pubblica istruzione alla Indaco, a Carciotto i tributi
Catania, Archivio

PATERNO'. A distanza di dieci mesi dal suo insediamento il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, procede ad una ridistribuzione delle deleghe assessoriali. «Se in questi nove mesi - ha spiegato Mangano - abbiamo lavorato nell'emergenza procedendo ad una riduzione delle unita operative che da venti sono passate a tredici, adesso abbiamo provveduto a riassegnare le deleghe». Al vice sindaco, Carmelo Palumbo, Mangano ha assegnato i lavori pubblici. Ad Agostino Borzì ha attribuito verde pubblico,parchi e cimiteri, confermando le attività produttive. Ad Alessandro Cavallaro assegnate le deleghe al turismo e protezione, confermate le deleghe sport e politiche giovanili. A Flavia Indaco, va la pubblica istruzione,confermate gli affari legali. Per Nino Lombardo mantiene la delega ai servizi sociali. Mentre per Giuseppe Carciotto, oltre alla conferma delle deleghe al bilancio e personale, il sindaco ha attribuito programmazione, tributi e patrimonio. Il primo cittadino Mangano ha conservato per se rifiuti, pianificazione, urbanistica e cultura. O.C.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X