Lettera di minacce e polvere bianca a La Sicilia

CATANIA. Una lettera di minacce da parte di un anonimo artigiano dell'Ennese in crisi è stata spedita al quotidiano La Sicilia di Catania. Nella busta c'era anche della polvere bianca urticante, ma che non ha causato malori. Sul posto sono intervenuti investigatori della Digos della Questura e una squadra speciale dei vigili del fuoco. Il mittente annuncia «l'invio di altre lettere, a tutta la Regione» ma, minaccia, le «prossime saranno esplosive».

La lettera, scritta con un computer, è stata inviata, nelle intenzioni del mittente, come "avviso a tutti". Perché, si legge nella missiva, questa "é un'azione dimostrativa, ne invierò altre a tutta la Regione", ma, minaccia, "la prossima sarà esplosiva". Il mittente si firma come "artigiano di Nicosia" e spiega il suo gesto "con la crisi economica" che non gli permette di "mantenere moglie e figli". Dà la colpa a colleghi "abusivi che lavorano in nero" e a chi "non interviene per mettere" le cose a posto. "E' una vergogna", chiude la lettera.

La polvere bianca contenuta nella busta ha provocato reazioni urticanti a chi l'ha respirata, come bocca asciutta e occhi irritati. Nessuno dei presenti è stato condotto in ospedale. Accertamenti sono in corso da parte dei vigili del fuoco e da una sezione speciale della polizia. Indagini sono state avviate dalla Digos della Questura di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X