Il Catania presenta Sebastian Leto «Possiamo competere per l’Europa»

Catania, Qui Catania

CATANIA. È il primo nuovo arrivato in vista della prossima stagione, esattamente come successe a Pablo Barrientos qualche stagione fa. E proprio come il pitu è reduce da un brutto infortunio, che sembra fortunatamente solo un ricordo, e come il fantasista argentino viene preceduto da una fama di calciatore importante, come peraltro dimostrano i suoi trascorsi. Sebastian Leto ieri ha avuto il primo impatto ufficiale, dop che già oltre un mese fa ne era stato annunciato il tesseramento. Testimoni dell’evento il presidente Nino Pulvirenti e il vice presidente Pablo Cosentino. La fase di riabilitazione si è conclusa con ottimi risultati dieci giorni fa, adesso il nuovo esterno offensivo del Catania (che ha chiesto e ottenuto la maglia 11, numero classico nel calcio di una volta per un esterno d’attacco con le sue caratteristiche) potrà godersi qualche giorno di meritato riposo prima di ricominciare ad allenarsi, in anticipo rispetto ai nuovi compagni, per iniziare al meglio il ritiro pre campionato. «L'arrivo a Catania – ha spiegato il calciatore argentino nel centro di Torre del grifo, utilizzando Cosentino come interprete - è un momento importante della mia carriera: la Serie A è una grande sfida. Il Centro sportivo così bello e l'organizzazione impeccabile della società mi hanno aiutato a prendere la decisione, maturata riflettendo molto, dopo aver trascorso tanto tempo senza giocare. Certamente, la presenza di molti connazionali nell'organico della squadra mi mette a mio agio, in Argentina ho giocato contro tutti o quasi dei miei connazionali oggi in maglia rossazzurra, e so che sono elementi di grande valore. Ho conosciuto anche mister Maran: avrò modo di farlo meglio in allenamento, darò il massimo in ogni seduta e spero di giocare tanto. Ho seguito l'ultimo campionato: il Catania ha fatto ottime cose e può crescere. La squadra può competere anche per l’Europa. Il mio obiettivo – ha aggiunto Leto - è quello di contribuire alla crescita ed arrivare un giorno a questo grande traguardo». Il vice presidente Cosentino ha illustrato i dettagli dell'operazione: «Un club come il nostro può ingaggiare un giocatore come Leto solo in una situazione come quella attuale, altrimenti sarebbe stato fuori portata. Leto può trovare spazio anche se Gomez dovesse restare». Telegrafico il presidente Nino Pulvirenti: “«Siamo i primi a presentare un nuovo tesserato. Questa è la conferma che puntiamo sempre a migliorarci».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X