Bancarelle fuorilegge al mercato "Fera o luni" di Catania, blitz dei vigili urbani

CATANIA. Continuano i controlli in piazza Carlo Alberto, sede storica del mercato della «Fera o luni». I vigili urbani hanno controllato e fatto sgomberare alcune bancarelle allestite irregolarmente e sprovviste delle autorizzazioni per la vendita di generi alimentari e articoli per la casa.
L'ultimo controllo, in ordine di tempo, è stato eseguito alla vigilia delle elezioni per rieleggere i componenti della Commissione di mercato di piazza Carlo Alberto. Lo scorso 21 luglio, infatti non era stato raggiunto il quorum necessario per rendere valida la votazione. Ma il voto nella storica piazza della «fera o luni» rischia di diventare un caso anche se a Palazzo degli Elefanti non c’è voglia di issare le barricate. Tutto è cominciato proprio con il gazebo apparso lo scorso 21 luglio dalle parti del mercato di piazza Carlo Alberto, una postazione allestita dal Comune di Catania per procedere all’elezione della Commissione, in calendario oggi.
Si tratta di un organismo, previsto da due leggi regionali la 18/95 e la 2/96, che rappresenta il trait d’union fra i commercianti dei mercati e Palazzo degli Elefanti, uno strumento di dialogo che secondo l’assessore comunale alle Attività produttive, Angela Mazzola, era «finito un po’ nel dimenticatoio e che si è pensato di volere riproporre proprio per creare ed alimentare quel dialogo fra commercianti e istituzione comunale». Per ripristinare l’ordine tra gli ambulanti l’amministrazione comunale di Catania ha pubblicato il bando per assegnare le nuove postazioni di un altro mercatino, quello di via Anfuso.
Le 44 postazioni saranno assegnate ai vincitori dalla direzione comunale «Sviluppo Attività Produttive - Ufficio Tutela del Consumatore». Il mercatino si terrà nel tratto che comprende il tratto che da via Porto Ulisse porta al piazzale dell’Istituto Nautico. Le bancarelle saranno allestite a titolo sperimentale e temporaneo. Il bando prevede 14 stalli per il settore alimentare e 30 per quello non alimentare. L’esistenza del mercato denominato «pianta e spianta» è stato deciso nel corso di una delle ultime riunioni della giunta municipale guidata dal sindaco Enzo Bianco.
Il mercatino si svolgerà durante tutti i fine settimana, fino al 28 ottobre. In particolare il sabato sarà aperto dalle ore 16 alle ore 23 e le domeniche dalle ore 14 alle ore 23. Le dimensioni standard previste per i parcheggi sono di 4 metri per 4,50, il sito è stato individuato in maniera da non causare alcun problema per la viabilità della zona. Per partecipare al bando i termini scadranno il 18 agosto. A sollecitare l'amministrazione comunale riguardo alla questione dei venditori abusivi che puntualmente popolano i mercati era stata anche Confesercenti. L'associazione di categoria ha in questi mesi chiesto al Comune di riportare l'ordine e tutelare chi possiede regolari bancarelle, specie in piazza Carlo Alberto, mercato storico della città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X