Acicastello, rapina ad un distributore: 2 arresti

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato per rapina e ricettazione il 19enne Carmelo Molino e solo per ricettazione il 38enne Maurizio Famà, entrambi catanesi e con precedenti concernenti i reati contro il patrimonio.
Il 29 agosto scorso i militari in via Zia Lisa nei pressi di un distributore di carburanti, già bersaglio di rapine, hanno notato un'auto Kia Sorrento in movimento con a bordo due persone sospette. Il conducente del mezzo, accortosi della presenza delle Forze dell'Ordine, ha invertito in modo repentino la direzione di marcia fuggendo in direzione del Villaggio Zia Lisa. Da qui scaturiva un concitato inseguimento terminato al Villaggio Zia Lisa II° quando l’auto civetta dei Carabinieri è riuscita ad affiancare l’auto dei fuggitivi costringendoli a fermarsi. I due, per guadagnarsi la fuga, hanno abbandonato l’auto (poi risultata rubata pochi giorni prima ad Acireale) tentando di dileguarsi nelle campagne circostanti. La mossa, però, si è rivelata inutile a causa dell’intervento di altre pattuglie, affluite in zona su richiesta della Centrale Operativa, che nel giro di pochi minuti riuscivano a catturarli. I militari, grazie all’intuito investigativo, notavano che Carmelo Molino presentava sul ginocchio destro una vistosa cicatrice che, associata alla video riprese analizzate dopo la rapina al distributore di Acicastello del 28 luglio scorso, collocavano l’arrestato sulla scena del crimine per somiglianza somatica ma soprattutto perché in quel frangente fu ripreso claudicante e con una vistosa fasciatura proprio sul ginocchio destro. Gli arrestati sono stati associati al carcere di Piazza Lanza a Catania.
Inoltre sono in corso degli approfondimenti d’indagine per verificare la responsabilità dei due malviventi in altre azioni criminali, compresa la nota “spaccata” avvenuta al centro commerciale “Porte di Catania”, per la quale sono già finiti in carcere altri due giovani rapinatori (servizio a cura di Alessandro Famà).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X