Calatabiano, ragazza al volante travolge
5 pellegrini: quattro gravi, uno in fin di vita

Catania, Archivio

CALATABIANO. Vanno a piedi a chiedere una grazia alla Madonna della Catena, ma vengono travolti da un'automobile che li ha travolti come birilli di una palla di bowling. Un gravissimo incidente automobilistico è avvenuto ieri sera poco dopo le 20.30, sul ponte di Pasteria, frazione di Calatabiano a 35 chilometri da Catania. Una ragazza al volante della propria auto, mentre marciava in direzione Catania, ha travolto cinque pellegrini che si recavano a piedi al Santuario della Madonna della Catena di Mongiuffi Melia nel messinese, secondo una antichissima tradizione cattolica. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri della locale Stazione e di quella di Fiumefreddo. I sanitari delle diverse autoambulanze del 118 giunte da Giarre e Taormina si sono subito resi conto delle gravi condizioni delle vittime, tutte locali. Trasportati al pronto soccorso di Taormina i cinque sono stati subito sottoposti agli accertamenti del caso. Quattro delle persone coinvolte nell'incidente hanno avuto una prognosi superiore ai trenta giorni, ma il quinto purtroppo versa in bruttissime condizioni e in prognosi riservata. Nella notte sarebbe stato disposto il trasferimento in altro ospedale. Secondo quanto è stato possibile apprendere dai carabinieri, la ragazza a bordo dell'auto investitrice sarebbe risultata positiva al test alcolemico. Il punto in cui è avvenuto l'incidente(non è la prima volta che si verificano incidenti in quel punto)non è illuminato. Inoltre, dopo le ore 20, nella frazione non ci sono vigili urbani in servizio. Tra i fedeli travolti ci sono una ragazza ed un minorenne. Alcuni dei feriti sono stati trasportati negli ospedali di Giarre. Il 54enne ricoverato nell'Ospedale di Taormina ha riportato la rottura della milza ed una contusione cerebrale. Il tasso di etanolo nel sangue della 28enne misurato dai carabinieri con l'etilometro è risultato essere di 2,0 g/l (valore nella norma di 0,5 g/l). Il veicolo è
stato sequestrato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X