Devastata la stazione Fce Adrano-Cappellone

I teppisti hanno tentato di distruggere tutto quello che avevano a portata di mano. Durante il raid volevano anche rubare l’altorparlante per gli annunci di arrivi e partenze

ADRANO. All'alba, all'apertura della stazione ferroviaria, la fermata Cappellone della Ferrovia Circumetnea si presentava distrutta dai vandali. L’azione distruttrice di inaudita inciviltà è stata messa a segno, in piena notte, probabilmente da un commando di giovani balordi, in cerca di forti emozioni. Entrati dentro la stazione è stato i vandali hanno avuto vita facile nell'eludere il «sistema di sicurezza» della stazione, fatto di cancelli e video sorveglianza. I balordi hanno divelto gli impianti antincendio davanti ai binari in direzione Catania e hanno scaricato tutti gli estintori presenti nella stazione. I segni dell'azione vandalica erano ancora visibili, quando il personale non viaggiante della Fce e i primi passeggeri si sono imbattuti nella devastazione: spariti i 4 estintori e danneggiati gli idranti, i tubi delle prese d'acque sono stati distesi e una consistente quantità di acqua è stata versata tra i binari e le pareti della galleria. Un divertimento becero da parte di alcuni balordi nella stazione interrata Cappellone della Fce. I teppisti hanno tentato di distruggere tutto quello che avevano a portata di mano: hanno divelto anche alcuni pannelli in alluminio del controsoffitto per portare via l'altoparlante in uso nella galleria per annunciare l'arrivo dei treni. La fermata in galleria della Fce è dotata di telecamere e probabilmente le azioni devastatrici dei vandali sono state registrate dal sistema di video sorveglianza interno della stazione. Le immagini sono state consegnate alle forze dell'ordine della città adranita dai tecnici della Ferrovia Circumetnea. I responsabili della Fce hanno presentato regolare denuncia contro ignoti presso il locale comando stazione dei carabinieri, i quali hanno avviato le opportune indagini per identificare gli autori di un gesto che fortunatamente non avrebbe creato problemi alla regolare circolazione dei treni. I carabinieri, acquisite le riprese della stazione Cappellone, potrebbero anche acquisire le immagini di altri sistemi di video sorveglianza piazzati all'esterno di esercizi commerciali o studi privati siti nella zona del Cappellone, proprio per verificare il tragitto fatto dai vandali una volta uscite dal sottopassaggio della stazione. Immediato l'intervento da parte degli operai della Fce, i quali hanno in poche ore ripristinato la funzionalità dell'impianto antincendio per assicurare propria una regolare circolazione dei treni. Sono trascorsi soltanto pochi anni dalla sua inaugurazione, eppure la stazione Cappellone porta altri segni di piccola e grande inciviltà quotidiana: le pareti sono imbrattate con scritte di ogni genere mentre all'esterno l'insegna che indicava la fermata «Adrano Cappellone», all'ingresso lungo via Statuto dei lavoratori, è stata distrutta a colpi di pietre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X