Tari a Catania, Consiglio diviso da uno «sconticino» di un euro e cinquanta

CATANIA. «Una riduzione simbolica, ma pur sempre un fatto storico». «No, una presa in giro. Anzi, un’offesa». I consiglieri comunali si dividono sul taglio di un euro e 50 ogni cento di tassa rifiuti Tari, deciso dalla giunta Bianco. Domani pomeriggio, la delibera arriverà all’esame del Consiglio comunale. Ieri, intanto, la commissione Bilancio ha deciso...di non decidere, per mancanza di intesa. Niente parere favorevole. Ma neppure contrario: «Rinviamo tutto al voto dell’Aula», afferma Enzo Parisi, presidente della commissione e consigliere del gruppo di minoranza Grande Catania-Mpa.

Particolarmente critico, Parisi: «Questa riduzione di un euro e 50 non serve a nessuno, se non al sindaco per appuntarsi una medaglietta al petto. Grazie a maggiori entrate dello scorso anno, sono disponibili risorse per oltre un milione che dovrebbero essere spese nella raccolta differenziata. Così, potremmo ottenere un abbattimento del 30 o del 40 per cento sulla Tari. Altro che l’uno e 50 per cento!».


ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X