SANGUE SULLE STRADE

Coinvolto in un incidente stradale a Catania: nulla da fare per il vigile del fuoco di Trabia

di
L'uomo, in servizio, era alla guida di un'autobotte che, per cause in corso di accertamento, si è ribaltata. Nell'incidente è rimasto ferito in maniera non grave un suo collega

CATANIA.  Il vigile del fuoco di Trabia Vincenzo Lima non ce l'ha fatta. Stanotte è deceduto all'ospedale Cannizzaro di Catania, dopo che è stato ricoverato per le gravi ferite riportate a causa del ribaltamento dell'autobotte dei pompieri avvenuto in contrada Librino. La notizia della morte del trentanovenne trabiese ha fatto il giro già dalla prima mattinata nel paese, che dista  trenta chilometri dal Palermo.

Una notizia che ha sconvolto la comunità. Vincenzo Lima, sposato con Valeria, padre di una bimba, di 2 anni, da anni prestava servizio nel corpo dei vigili. Prima di raggiungere il capoluogo eteno, circa tre anni fa, Lima  aveva prestato servizio a Torino e a vibo Valentia. Attendeva il traferimento a Palermo. Vincenzo era consociuto da tutti. Una persona alla mano, disponibile con chiunque e sempre ligio al dovere. Abitava con la sua famiglia in via Ventimiglia, alla periferia della cittadina marinara.

Lo ricordano alcuni suoi amici. "Con Vincenzo -dice Emanuele Iuculano- eravamo compagni di scuola. Vincenzo era appassionato di pesca e due giorni fa era uscito con la sua barca, Ci eravamo incontrati alla spiaggia della Tonnara. Un bravissimo ragazzo e ancora non mi spiego perchè abbia fatto una fine così brutta. Un ragazzo d'oro". Stamattina anche in uno dei supermercati del paese non si parlava d'altro, alcuni avevano gli occhi lucidi. Nino Piazza un altro amico ha con sè una foto scattata insieme a Vicnenzo Lima, qualche anno fa. "Eccome come lo ricordo- dice Nino-. Non riusciamo io e la mia famiglia a a non pensare a questa tragedia".

Anche il giovane parroco Don Massimiliano Turturici lo ricorda con affetto. "Siamo cresciuti assieme. Un ragazzo esemplare, un onesto lavoratore. Era dedito alla famiglia. Lo ricordo quando insieme eravamo volontari al Giubileo del 2000 quando era Papa, Carol Wojtila.Ha fatto parte del gruppo teatrale di Trabia, ho reciatto con lui  indiverse rappresentazioni".

Domani, intanto, sarà sospesa la prima giornata della festa del Patrono. Infatti, alle ore tredici, in consiglio comunale il consigliere di maggiornaza Matteo Paterniti ha chiesto  la sospensione delle manifestazioni. l'annullamento degli appuntamenti musicali per la sera e la non accensione delle luminarie. Il consiglio comunale ha accolto la richiesta ed inoltrato la stessa al Comitato dei festeggiamenti.Osservato prima dell'inizio dell'assemblea un minuto di raccoglimento alla memoria del vigile del fuoco

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X