VULCANO

Etna, riprende una debole emissione di cenere, l'aeroporto rimane operativo

In diminuzione il tremore vulcanico rilevato dagli strumenti dell'Ingv di Catania. L'emissione di cenere in corso non influenza l'attività dell'aeroporto, che è pienamente operativo.

CATANIA. Continua l'attività eruttiva dell'Etna. Dal cratere "Voragine", uno dei quattro crateri sommitali del vulcano, dalla notte scorsa è ripresa, debole e ad intervalli, l'emissione di cenere lavica, che è trasportata dal vento in direzione Sud-Est.

In diminuzione il tremore vulcanico rilevato dagli strumenti dell'Ingv di Catania. L'emissione di cenere in corso non influenza l'attività dell'aeroporto, che è pienamente operativo.

Una nuova fase eruttiva ha interessato il vulcano nel periodo a cavallo di Capodanno. Da crateri a quota 2.900m è fuoriscita una fontana di lava accompagnata da esplosioni. L'attività si è concentra nella zona sommitale. I sismografi dell'Ingv l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania hanno iniziato a segnalare le eruzioni, in particolare hanno registrato improvvisamente le prime significative variazioni dei parametri e le esplosioni sulla sommità del vulcano. L'aeroporto è stato anche chiuso a causa della cenere vulcanica emessa per diverse ore dopo che si erano verificati ritardi al traffico aereo, con voli dirottati a Palermo e Comiso.

L'emissione si era poi conclusa il 3 gennaio anche se si sono continuate a a registrare esplosioni all'interno del cratere 'Voragine', ma senza emissione di colate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X