COMUNE

Polemiche sugli affitti al Consiglio comunale di Catania

di
Altro scontro in maggioranza: Notarbartolo (Pd) contesta alla giunta Bianco la locazione di un locale da 6.666 euro al mese e «chiama» la Corte dei Conti

CATANIA. Anche l’«opposizione interna» di Palazzo degli Elefanti è tornata dalle vacanze. Il presidente della commissione Lavori pubblici Niccolò Notarbartolo, consigliere Pd dell’area che fa riferimento al parlamentare Giuseppe Berretta, ha presentato ieri un’interrogazione che randella l’amministrazione Bianco: «Il Comune — si legge nella nota diffusa da Notarbartolo — spenderà ben 6.666 euro al mese per affittare da una società privata un immobile in via Manzoni, inadeguato e a canone fuori mercato, mentre molte strutture comunali restano abbandonate e a tante associazioni impegnate nel sociale vengono negati immobili inutilizzati». «Ritengo che gli atti vadano trasmessi alla Procura regionale della Corte dei Conti», ha aggiunto il consigliere. Insomma, «carte» alla magistratura mentre resta ancora sospeso nell’aria l’annuncio di querela che a fine anno l’assessore al Bilancio, Giuseppe Girlando, aveva ipotizzato proprio a carico di Niccolò Notarbartolo per una nota su impiantistica pubblicitaria, abusivismo e presunte sanatorie.

Il presidente di commissione ha puntato il dito su un contratto di locazione «del 12 dicembre 2014 per un immobile di 300 metri quadri circa in via Manzoni che sarà destinato in parte a sede degli uffici della Direzione Risorse Umane e Politiche giovanili, in parte concesso al CNR in comodato gratuito per un progetto nel settore delle Smart Cities and Communities». Al consigliere, che parla di «cattivo utilizzo del denaro pubblico», ha replicato proprio Girlando: «Notarbartolo stia sereno, nel 2014 abbiamo già risparmiato oltre un milione e 200 mila euro. La sua agitazione è assolutamente fuori luogo e il contratto dell’immobile di via Manzoni, che risale al 1996, è stato di recente rinnovato con una riduzione del canone e un contemporaneo incremento della superficie. Si tratta di 60 metri quadrati in più che saranno utilizzati dal Cnr per il Progetto Smart Cities».

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X