NEL 2013

Sparatoria a Catania per difendere la reputazione di un parente, un arresto

In manette è finito Giovanni Pantellaro, è ritenuto l'autore del ferimento a colpi di arma da fuoco di Francesco Ragusa, di 46 anni, detto "Francu 'u sceriffu"

CATANIA. Un uomo di 51 anni, Giovanni Pantellaro, è stato arrestato ieri sera dalla squadra mobile a Catania perché ritenuto l'autore del ferimento a colpi di arma da fuoco, avvenuto il 9 marzo del 2013 in via Plebiscito, di Francesco Ragusa, di 46 anni, detto "Francu 'u sceriffu", condannato per associazione per delinquere di stampo mafioso perché ritenuto affiliato alla cosca dei Cursoti Milanesi.

Pantellaro, secondo quanto accertato, avrebbe sparato a Ragusa, colpevole secondo lui di aver offeso la reputazione di un suo parente divulgandone notizie strettamente personali. Pantellaro è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza. Gli agenti hanno eseguito nei suoi confronti una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip con le accusa di lesioni gravissime, detenzione e porto illegale di arma da fuoco.

La vittima, alla quale fu diagnosticata una frattura scomposta del femore giudicata guaribile in 40 giorni, raccontò agli agenti di essere stata ferita da ignoti sicari giunti in sella ad un motociclo. Secondo quanto accertato dagli investigatori la sparatoria avvenne durante un incontro chiarificatore avvenuto in un un'agenzia di disbrigo pratiche, al quale Pantellaro sarebbe andato armato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X