SERIE B

Catania, la «cura ricostituente» dà i suoi frutti

di
Schiaccia il piede sull'acceleratore Marcolin, dopo la convincente vittoria sulla Pro Vercelli. Ieri doppio allenamento a «Torre del Grifo», oggi si farà il bis

CATANIA. Schiaccia il piede sull'acceleratore Dario Marcolin. Ieri doppio appuntamento a Torre del Grifo, oggi si ripete. Neppure un giorno di riposo dopo la roboante vittoria contro la Pro Vercelli. In organico sono stati innestati ben sette elementi che sono giorni nell'arco di pochi giorni e bisogna migliorare l'intesa. La prima parziale cura ricostituente a Lanciano non ha dato i risultati sperati, ma al Massimino, contro i piemontesi si è fatto il botto.

Adesso, il tecnico etneo deve dare continuità di prestazione, oltre che di risultati, e questa non può che arrivare tramite un buon rodaggio dei sincronismi all'interno di ogni singolo reparto e tra i vari reparti. La difesa made in Italy, adesso, sembra poter assicurare una adeguata blindatura, l'attacco autarchico una efficace capacità realizzativa, ma bisogna lavorare per mettersi in carreggiata e iniziare a scalare posizioni per rientrare nel giro dei play off. Si ricomincia da zero, anzi da sotto zero: adesso è una vera e propria corsa ad handicap. Il Perugia, sabato pomeriggio, sarà un altro test valido, più che probante. A Torre del Grifo, nella mattinata di ieri, lavoro atletico di ripresa. Nel pomeriggio, concluso il riscaldamento Marcolin ha disposto e diretto esercitazioni finalizzate alla cura del possesso palla, coinvolgendo anche i portieri.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook