POLIZIA POSTALE

Acquisto di gioielli con carte clonate: smascherati ed espulsi due malesi a Catania

Marito e moglie venticinquenni erano partiti da Istanbul, facendo scalo intermedio a Malta

CATANIA. Sventata una tuffa milionaria ai danni dei gioiellieri catanesi ad opera di una coppia malese, che utilizzava carte di credito clonate. Un uomo e una donna si trovano adesso nelle celle di sicurezza del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni, che li ha arrestati. I due sono stati processati per direttissima e il magistrato ha convalidato il provvedimento restrittivo adottato nei loro confronti. In conseguenza di ciòha disposto l’espulsione. L’ufficio Stranieri della Questura stra procedendo al relativo disbrigo delle pratiche.

I due cittadini della Malaysia erano giunti pochi giorni fa in città con l'intento di acquistare gioielli e orologi di lusso utilizzando numerose carte clonate. In particolare, i due asiatici, marito e moglie, poco più che venticinquenni, sono arrivati all’aeroporto di Fontanarossa nel fine settimana provenienti da Istanbul, transitando da Malta. Martedì scorso erano già all’opera. Una società di emissione di carte di credito ha informato la Polizia Postale che in diverse gioiellerie cittadine erano stati fatti numerosi tentativi fraudolenti di utilizzo di carte di credito clonate, per importi di migliaia di euro. Le immediate indagini consentivano agli agenti di individuare, quali autori dell'indebito utilizzo delle carte di credito, tantè che i due malesi, sentito il fiato al collo, avevano deciso di «togliere le tende».

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook