POLIZIA FERROVIARIA

Catania, assalta l’officina di Trenitalia: dietro locomotiva per farla franca

di
Piazza Europa, smascherato e denunciato tunisino di ventitré anni, sprovvisto di documenti

CATANIA. Martedì sera, in piazza Europa, "assalto" all'Officina manutenzione di Trenitalia da parte di un tunisino. Armato di bastone, infatti, l'extracomunitario - identificato, poi, per il ventitreenne K. M. - ha danneggiato la porta di ingresso a uno spogliatoio dei dipendenti: è stato bloccato da agenti della Polizia ferroviaria, che lo hanno denunciato in stato di libertà. Il giovane, titolare di carta di soggiorno a tempo indeterminato, era sprovvisto di alcun documento di identificazione.

A lanciare l'allarme, poco prima delle 20, era stato un ferroviere. Quando sono arrivati gli agenti, il giovane ha tentato di nascondersi dietro una locomotiva ma è stato rintracciato e ammanettato. Più tardi, negli uffici della Polfer, il nordafricano è stato segnalato all'Ufficio Immigrazione della Questura per i provvedimenti del caso.  Prendendo spunto da questo intervento, la sezione catanese della Polizia Ferroviaria ha diffuso ieri un rapporto sul lavoro svolto lo scorso anno. Sono stati realizzati ben mille 672 vigilanze agli impianti, 396 servizi antiborseggio, 308 pattugliamenti automontato lungo le linee ferroviarie e 898 scorte ai treni sulle linee regionali centro-orientali identificando 2 mila 347 persone sospette, di cui 144 di nazionalità straniera, e rintracciando 3 minori. Sono state cinquantasei, invece, le contravvenzioni elevate per violazioni del regolamento di polizia ferroviaria e del codice della strada.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X