COMUNE

Anagrafe, altra grana per l'amministrazione Bianco

di

CATANIA. All’Anagrafe di via Transito, domani e sabato, saranno possibili disservizi: «Questo — si legge in una nota diffusa ieri dall’amministrazione comunale — a causa di interventi tecnici del sistema informatico dei Servizi demografici, conseguenti al prossimo trasferimento della Direzione nei nuovi locali di San Leone». Poche righe, ma tanto basta per alimentare tensioni nella maggioranza consiliare a Palazzo degli Elefanti. È rimasto del tutto inascoltato, infatti, l’appello «contro la progressiva desertificazione del centro storico» che era stato lanciato nei mesi scorsi dal capogruppo di Catania Futura, Carmelo Coppolino.

Inutile anche una raccolta di firme, che aveva trovato soprattutto l’adesione dei commercianti della zona di via Transito: «Se chiude anche l’Anagrafe — avevano commentato — non avremo più clientela e saremo costretti a chiudere. O, almeno chi può, a cambiare zona». L’esponente della civica, tenuta a battesimo dal deputato regionale ex Udc Nicola D’Agostino e da Nico Torrisi, aveva contestato il trasloco degli uffici comunali: «Questa operazione sta passando sotto silenzio — aveva esclamato Coppolino, oltre un mese fa — È un modo per svuotare il centro storico, penalizzando gli operatori della zona. In via Transito, l’amministrazione annuncia di volere aprire un museo. Mi chiedo: se in tutti questi anni non si è stati capaci di valorizzare pienamente Castell’Ursino, distante appena cinquanta metri dall’immobile che oggi ospita l’Anagrafe, perchè il Comune dovrebbe ora riuscire a far decollare un nuovo museo?».

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X