CARABINIERI

Picchia la madre che gli nega soldi, 26enne arrestato a Belpasso

Militari dell'Arma, anche alla luce di testimonianze di altri familiari, hanno trattenuto in camera di sicurezza il 26enne, in attesa del giudizio per direttissima

BELPASSO. Picchia la madre e le sfascia parte dei mobili di casa per rappresaglia nei confronti della donna che si rifiuta di dargli soldi. Protagonista dell'aggressione un 26enne di Belpasso che è stato arrestato da carabinieri. Era stata la vittima, un vedova di 48 anni, a chiamare disperata il 112. Militari dell'Arma, anche alla luce di testimonianze di altri familiari, hanno trattenuto in camera di sicurezza il 26enne, in attesa del giudizio per direttissima.

Un mese fa la Polizia ha arrestato un giovane di 21 anni a Trapani che in casa aveva instaurato un clima di terrore, aggredendo e picchiando il padre, la madre e la sorella minore. Il 21enne sotto l’effetto di sostanze stupefacenti maltrattava i componenti del nucleo familiare, distruggendo anche mobili e suppellettili. Un inferno. Una convivenza che di giorno in giorno diventata sempre più insopportabile. Ogni scusa, anche quella più banale, era buona per discutere e spesso dalle parole, il giovane - con problemi connessi alla tossicodipendenza - passava alle vie di fatto, non risparmiando nemmeno la sorella.

A porre fine alle violenze che si consumavano, con cadenza giornaliera tra le mura domestiche, sono stati gli agenti della Squadra mobile della questura del capoluogo che hanno arrestato il ventunenne - di cui non sono state rese note le generalità - in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Trapani, Antonio Cavasino, su richiesta del sostituto procuratore Anna Trinchillo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X