Sant'Alfio celebra la legalità e le forze armate

di

SANT’ALFIO. “E’ una giornata molto importante quella che oggi celebriamo, perché dedicata a chi ogni giorno si batte per garantire legalità giustizia e sicurezza a tutti noi. La novità di quest’anno è il coinvolgimento di tutte le scuole non solo locali, ma dell’hinterland perché crediamo che il principio della legalità vada inculcato ai più giovani attraverso un’azione educativa sistematica”. Il sindaco di Sant’Alfio, Giuseppe Maria Nicotra, con fascia tricolore, attorniato dai colleghi dei Comuni di Santa Venerina, Fiumefreddo, Giarre, Riposto, Piedimonte, Calatabiano, Zafferana Etnea, Mascalucia, e dai deputati regionali Marco Falcone e Alfio Papale, ha così commentato la seconda edizione della “Giornata della Legalità e della promozione delle Forze Armate”. Una grande manifestazione che ha mobilitato tutto il turistico centro etneo, grazie all’entusiasmo degli organizzatori: l’Ufficio di presidenza del Consiglio Comunale, retto da Renato Finocchiaro, uno dei più giovani presidenti di civico consesso in Italia, in collaborazione con il Comitato cittadino spontaneo antimafia “Una giornata per la legalità”, presieduto da Fabio Salanitri, con il patrocinio dell’Assemblea regionale siciliana.

Il paese del millenario Castagno dei cento cavalli, così si è colorato di rosso bianco e verde grazie alle alunne e agli alunni della scuola dell’infanzia, con vestiti tricolore. La manifestazione di quest’anno è stata dedicata alla memoria del Vigile del fuoco “Esperto” Vincenzo Lima, tra i protagonisti della prima edizione, assente perché deceduto sul lavoro. Lima era stato tra i vigili che nella prima edizione avevano srotolato la grande bandiera sul campanile del santuario dei tre Santi patroni Alfio, Cirino e Filadelfo. Tra le ali di un folto pubblico e sulle note della Fanfara dei Bersaglieri di Belpasso, oltre alle alunne e agli alunni della scuola dell’infanzia, i rappresentanti di alcuni istituti superiori di Giarre e tutte le classi elementari e medie del comune di Sant'Alfio hanno sfilato aprendo la manifestazione. Tutti in corteo insieme alle numerose autorità militari. Protagonisti della giornata arricchita da un caldo sole primaverile, i militari del 62° Reggimento fanteria “Sicilia”, la Capitaneria di Porto di Riposto, il 41° Stormo dell’Aeronautica Militare, i Carabinieri della Stazione di Sant'Alfio, la Compagnia della Guardia di Finanza di Riposto, la Polizia di Stato di Catania e Acireale, la Polizia Penitenziaria, i Vigili del fuoco del distaccamento di Riposto, il Corpo Forestale Regionale di Zafferana Etnea, la Protezione Civile di Catania e il Comitato Provinciale e Jonico-etneo della Croce Rossa Italiana e il Comando USA di Sigonella.

Dopo la cerimonia dell’Alzabandiera, coordinata dal Maggiore Ezio Raciti, sono stati inaugurati gli stand delle Forze armate. Era presente, oltre alla Famiglia del Vigile del fuoco Vincenzo Lima, anche la Medaglia d'oro al valor militare il Caporal Maggiore Capo EI Andrea Adorno. Durante la conferenza hanno preso la parola il presidente del Consiglio comunale Renato Finocchiaro, il Sindaco Giuseppe Nicotra, il deputato regionale Marco Falcone. Per il presidente del Consiglio Finocchiaro"Questa giornata, nasce dal progetto di promuovere e valorizzare due principi cardini su cui si fonda ogni nazione democratica: legalità e Forze armate. Difatti ogni Stato che si dichiara tale, non può esistere se al proprio interno non possiede tali valori. Grazie alle Forze Armate e grazie al prezioso sacrificio offerto da molti eroi della nostra storia, recente e meno recente è stato possibile edificare uno stato migliore e ideali sempre più sani". La cerimonia si è conclusa con la consegna da parte, del consigliere Comunale Alfredo Mauro e del presidente del Comitato spontaneo antimafia, Fabio Salanitri, della targa alla Memoria del Vigile del Fuoco Esperto Vincenzo Lima.
(Ha collaborato Rosario Salanitri)

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook