OPERAZIONE GLAUCO

Traffico di migranti, fermo non convalidato per 9 indagati a Catania

CATANIA. Il gip di Catania, Maria Paola Cosentino, non ha convalidato il fermo di nove degli indagati nell'inchiesta della Procura di Palermo denominata Glauco2 su un'organizzazione che gestiva un presunto traffico di migranti e che aveva base nel centro accoglienza e richiedenti asilo Cara di Mineo.

Il giudice ha però disposto ugualmente l'applicazione della custodia in carcere per quattro indagati, mentre agli altri cinque ha applicato la misura dell'obbligo di dimora a Catania o nel Cara di Mineo. Secondo il gip non esistevano i presupposti legali per l'emissione del fermo, ma la gravità del reato ha portato a far rimanere in carcere, con un provvedimento restrittivo Andemeskel Yaried, Afomia Eyasu, Munire Ibrahim Homer e Yirga Abrha.

L'obbligo di dimora è stato imposto invece a Netsereab Goitom, Arouna Traorè, Mohammed Elias, Ibrahima Diallo e Gutama Kerebel. Per quest'ultima il gip scrive che «non sono soggetti di assoluta inaffidabilità e pertanto la misura della custodia cautelare in carcere non è proporzionata».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook