CONFINDUSTRIA

A Catania studenti a scuola di impresa e legalità

Protagonisti dell'incontro, svoltosi nella sede dell'associazione etnea, trenta studenti suddivisi in tre team che, sotto la supervisione di docenti e imprenditori, hanno partecipato ad un laboratorio didattico sulla creazione d’impresa, mettendo nero su bianco nuove idee imprenditoriali

CATANIA. Dopo Agrigento, ha fatto oggi tappa a Catania “A Scuola d'impresa e legalità”, il progetto formativo organizzato da Confindustria Centro Sicilia con il patrocinio della Fondazione Falcone, con l'obiettivo di diffondere la diffusione della cultura d'impresa tra i giovani.

Protagonisti dell'incontro, svoltosi nella sede dell'associazione etnea, trenta studenti suddivisi in tre team che, sotto la supervisione di docenti e imprenditori, hanno partecipato ad un laboratorio didattico sulla creazione d’impresa, mettendo nero su bianco nuove idee imprenditoriali. Gli studenti erano accompagnati dai docenti Elisa Rubino per il liceo scientifico “Galileo Galilei”, Michele Polizzi per l'istituto tecnico industriale “Archimede”, Giorgio Gallo e Salvatore Consoli per l'istituto tecnico industriale “Stanislao Cannizzaro”.

A introdurre i lavori per Confindustria Centro Sicilia, Carlo La Rotonda e Loredana Introini, che hanno spiegato agli studenti il senso dell'iniziativa che punta ad una contaminazione virtuosa tra scuola e mondo produttivo attraverso la diffusione di una cultura più favorevole allo spirito imprenditoriale, sottolineando come impresa e legalità siano “un binomio fondamentale anche per il benessere collettivo. Lealtà, correttezza, rispetto delle leggi e collaborazione quindi – hanno aggiunto - i concetti chiave che devono accompagnare la creazione d’impresa e lo sviluppo”.

Antonio Perdichizzi, presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Catania, fornendo agli studenti alcuni suggerimenti utili a mettere in pratica un’idea imprenditoriale, ha inoltre sostenuto che “diffondere la cultura d'impresa tra i giovani è fondamentale perché questa è portatrice di valori come etica, merito, spirito di condivisione: qualità che sono il perno di una sana competizione tra imprese ma importanti - ha detto - anche nei comportamenti di ogni cittadino”.

Nel corso della giornata anche l’intervento della professoressa Elisa Rubino, che ha sottolineato il valore strategico di una forte collaborazione tra scuola e mondo imprenditoriale per il futuro delle giovani generazioni.

I prossimi appuntamenti del progetto, organizzato nell'ambito delle attività del Pon sicurezza “Caltanissetta e Caserta sicure e moderne”, si terranno il 12 a Caltanissetta, il 26 a Palermo e il 27 a Enna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X