"Morta dopo i ritardi nei soccorsi", nuova protesta a Giarre

di

GIARRE. L’assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino, stamattina alle 10.30, nella sede provinciale dell’Asp di Catania incontrerà il sindaco di Giarre, Roberto Bonaccorsi, una delegazione dei familiari della signora Maria Mercurio, la 52enne deceduta per i ritardi del 118, e i sindaci del distretto sanitario. All’incontro saranno presenti anche i rappresentanti legali dei familiari della vittima, una delegazione della società civile e della rete delle associazioni, che da anni si occupa del depauperamento sistematico che ha portato alla chiusura del nosocomio di via Forlanini.

Il risultato della riunione odierna è guardato con grande attenzione e attesa dai cittadini di Giarre e del suo comprensorio. I cittadini, infatti sono determinati a proseguire la propria lotta affinchè nel territorio, costituito da oltre centomila utenti, venga ripristinato un presidio che garantisca il diritto alla salute sancito dalla Costituzione. Per questo stamani, in contemporanea alla riunione di Catania, dalle ore 9, in piazza Carmine, si svolge una nuova manifestazione cittadina, con la partecipazione degli studenti delle numerose scuole superiori del luogo. Gli organizzatori fanno sapere di essere pronti a qualsia nuovo forma di protesta pacifica ma determinata a favore della soluzione della problematica ospedale "San Giovanni di Dio e Sant'Isidoro".

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook