MAFIA

La Dia di Catania sequestra i beni al boss Brunno del clan Nardo

Inserito nella lista dei latitanti maggiormente pericolosi era stato arrestato a Malta

CATANIA. La Direzione investigativa antimafia di Catania ha sequestrato beni per circa 200mila euro al boss Sebastiano Brunno, 56 anni, considerato il capo del clan Nardo di Lentini, collegato a Cosa nostra di Catania attraverso la cosca Santapaola. Inserito nella lista dei latitanti maggiormente pericolosi era stato arrestato a Malta.

Il sequestro, che riguarda anche la casa di famiglia, è stato emesso dal Tribunale di Siracusa, su richiesta del procuratore di Catania, Giovanni Salvi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook