POLIZIA

Catania, inquirenti fanno luce su un omicidio di 11 anni fa

CATANIA. Gli inquirenti hanno fatto luce a Catania su un omicidio di mafia messo a segno il 29 aprile del 2004 in via Galermo, quando fu ucciso a colpi di pistola Salvatore Di Pasquale, soprannominato «Giorgio Armani», all'epoca dei fatti 35enne.

La polizia ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Dario Caruana, 37 anni, rintenuto responsabile, in concorso con Salvatore Guglielmino - fermato nel corso dell'operazione «Risiko» eseguita nel luglio 2004 - e altri individui non noti, dell'omicidio. Per gli investigatori Caruana e Guglielmino sarebbero tra gli esecutori materiali. L'agguato sarebbe da inquadrare nella lotta interna alla cosca Santapaola-Ercolano tra il gruppo facente capo ad Antonino Santapaola, detto «Nino 'u Pazzu», e ad Alfio Mirabile cui si contrapponeva la famiglia Ercolano-Mangion, per contrasti risalenti all'accaparramento di estorsioni ai danni di aziende della zona industriale di Catania. A fare il nome di Caruana sono stati alcuni collaboratori di giustizia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook