L'ALLARME

Stm, Beretta (Pd): "Per Catania futuro incerto"

CATANIA. «Conoscere nel dettaglio le decisioni del Governo italiano sul futuro della StMicroelectronics e in particolare rispetto al mantenimento dell'investimento pubblico nella microelettronica, che avrebbe evidenti conseguenze occupazionali nella città di Catania». Con queste motivazioni il
parlamentare nazionale del Partito Democratico, Giuseppe Berretta, ha chiesto al ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, un incontro urgente. Berretta si dice «preoccupato per il futuro dell'azienda italo-francese della microelettronica che solo a Catania dà lavoro ad oltre 4.000 tra ingegneri, chimici, fisici e tecnici specializzati».

«Ho ricevuto importanti sollecitazioni da parte di tanti lavoratori preoccupati, a ragione, per il proprio avvenire e per quello delle loro famiglie» sottolinea Berretta, che nella lettera rivolta alla ministra Guidi scrive: «StMicroelectronics per anni è stata il cuore pulsante dell'attività industriale non solo catanese ma di tutta la Sicilia orientale. Oggi di quella che è stata definita l'Etna Valley non sono rimaste che le vestigia: non solo per quel che concerne le infrastrutture industriali che man mano chiudono e restano vuote cattedrali nel deserto, ma soprattutto per le tremende ricadute occupazionali. Tuttavia sino ad oggi alcune realtà hanno resistito, mi riferisco alla microelettronica siciliana, un'eccellenza che ha portato la St ad essere al quarto posto tra le aziende produttrici di microchip».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X