CALCIO

Catania, Bianco «convoca» gli imprenditori

di
Il sindaco ha riunito una quindicina di industriali per favorire l’acquisizione della società: «L’obiettivo è quello di ripetere l’operazione fatta a Parma»

CATANIA. Scende in campo… Enzo Bianco. Il sindaco si è fatto promotore dell'organizzazione di un «gruppo di lavoro» per favorire l'acquisizione della società etnea da parte di una nuova proprietà. Le prevedibili sanzioni a carico del'ex presidente Nino Pulvirenti, infatti, renderebbero la società «zoppa», con un azionista impossibilitato a svolgere attività federale e non più accettato dall'ambiente rossazzurro, che già nei mesi scorsi lo aveva vivacemente contestato, prima ancora che esplodesse clamorosamente l'indagine «I treni del gol».

Vendere il Calcio Catania, però, non sarà facile: non solo per il «peso» del mutuo del Centro sportivo, che dovrà essere oggetto di un intervento di ingegneria contabile per scorporarlo dal patrimonio societario, ma soprattutto perché bisognerà aspettare l'esito della sentenza e sapere da quale categoria ripartirà la squadra, Lega Pro o Serie D. E la differenza non è poca.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X