VIGILI DEL FUOCO

Tempesta di fuoco spazza campo rom a Catania

di
Evacuate appena in tempo le baracche della zona di Zia Lisa. Una donna incinta colta dal panico portata in ospedale per il rischio di parto prematuro

CATANIA. Tempesta di fuoco rade al suolo il campo rom di via Madonna del Divino Amore, nel quartiere Zia Lisa. Una bidonville realizzata baracca dopo baracca, adiacente al cimitero di Acquicella, che è stata travolta dalla furia delle fiamme all’imbrunire di sabato. Quanti siano i rom scampati alla morte è impossibile poterlo affermare con certezza, così come è impossibile quantificare il numero delle baracche distrutte dal mega incendio.

C’è un dato: trenta le bombole di gas Gpl che i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza, evitando un’esplosione dagli effetti incalcolabili. Le famiglie rom entrano ed escono a loro piacimento. I volontari che frequentano la zona per offrire assistenza gratuita parlano di baracche nelle quali prendono posto anche tre famiglie. I servizi lasciano parecchio a desiderare. Una donna, in stato di gravidanza, colta dal panico è stata urgentemente accompagnata al Pronto soccorso dell’ospedale «Garibaldi» per reale il pericolo che potesse dare alla luce da un momento all’altro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook