L'INTERVISTA

Aci Bonaccorsi, il sindaco Mario Alì: «Taxi sociali e servizi, benvenuti nella Svizzera etnea»

di
aci bonaccorsi, Mario Alì, Catania, Sindaci e Buone Notizie
Mario Alì, sindaco di Aci Bonaccorsi

«Per quanto riguarda la raccolta differenziata porta a porta siamo arrivati al 60%, un ottimo risultato. Incentiviamo i nostri residenti con un piccolo sconto». E presto nuovi risparmi con la pubblica illuminazione a Led. Qualcuno la chiama «La Svizzera dell'Etna» per gli alti standard di vivibilità, purtroppo molto rari in una terra come la Sicilia.

Aci Bonaccorsi, una cittadina di poco più di tremila abitanti, nel Catanese, fa parte dei «comuni virtuosi», associazione nata nel maggio del 2005 che racchiude quelle città in Italia che sono diventati dei modelli di sviluppo sostenibile dal punto di vista ambienta lee non solo. Adesso arriva un altro progetto, quello di un' area della protezione civile, sfruttando 540 mila euro di fondi europei. Lo ha annunciato Mario Alì, sindaco di Aci Bonaccorsi, ai microfoni di Ditelo a Rgs, la trasmissione radiotelevisiva del Giornale di Sicilia.

Sindaco Alì, ha dichiarato, anche in campagna elettorale, che questo è un progetto che le sta particolarmente a cuore.
«Assolutamente, è una cosa a cui teniamo molto tutti quanti. Si tratta di un' area attrezzata per la protezione civile, che sarà uno dei nostri fiori all' occhiello. I lavori sono iniziati a giugno e ci concluderanno entro questo mese. Era uno dei punti più importante del nostro programma elettorale e ne siamo orgogliosi».

Come si diventa uno dei comuni virtuosi d' Italia?
«Per entrare a far parte si deve fare una richiesta, ma ovviamente per far sì che questa venga accettata ci devono essere dei requisiti e noi li abbiamo rispettati tutti, soprattutto a livello ambientale e di sostenibilità del territorio. Noi eroghiamo ai nostri cittadini una serie di servizi nel migliore dei modi, in modo tale da raggiungere certi parametri di eccellenza. Ci vogliono dei piccolo sacrifici, ma i risultati di ottengono».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X