COPPA ITALIA

Un giocatore della Spal era squalificato, il Catania passa il turno a tavolino

CATANIA. La Spal ha espugnato il Massimino vincendo  1-0, ma al terzo turno eliminatorio di Coppa Italia va il Catania.  Il giudice sportivo, Gianpaolo Tosel, infatti, ha inflitto la  sconfitta per 3-0 a tavolino alla squadra di Ferrara accogliendo  il ricorso della società rossazzurra che ha contestato l'impiego  di Mattia Finotto, nonostante una squalifica mai scontata e  relativa alla gara di Tim Cup Avellino-Monza dell'11 agosto 2013.

Il giudice sportivo «acquisita la relativa documentazione dalla  Lega Pro, in conformità alla normativa in tema di abbreviazione  dei termini; rilevato che effettivamente il calciatore Finotto è  stato sanzionato con la squalifica per una giornata in occasione  della gara Avellino-Monza dell'11 agosto 2013, allorchè era  tesserato per la società Monza (che veniva eliminata) e che,  tesserato nella stagione successiva per la Spal, veniva inserito  in distinta in tutte le gare disputate dalla società di  appartenenza nella Coppa Italia Pro (senza alcuna consequenziale  segnalazione da parte del competente ufficio) partecipando infine  al primo turno eliminatorio di Tim Cup 2015/2016; ritenuto che la  squalifica non si considera scontata qualora il calciatore  squalificato venga inserito nella distinta di gara, pur non  venendo impiegato in campo, ne consegue l'evidente responsabilità  della società Spal per aver fatto partecipare alla gara un  calciatore squalificato, e la responsabilità dello stesso  calciatore per aver violato il divieto di accedere nel recinto di  gioco dovendo scontare la squalifica in questione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X