AL GARIBALDI

Diciannovenne muore per un'emorragia cerebrale, la famiglia dona gli organi a Catania

PALERMO. Un prelievo di organi - cuore,  fegato e reni - da un 19enne morto per emorragia cerebrale  spontanea è stato eseguito nel reparto rianimazione  dell'ospedale Garibaldi di Catania, diretto dal dottor Pintaudi.  Diplomato a giugno col massimo dei voti era stato colto da  malore la sera del 26 luglio scorso mentre si trovava in vacanza  a Punta Braccetto, nel Ragusano.

I genitori hanno dato il consenso per «dare dignità alla  morte» del figlio. Per il prelievo, il direttore generale del  Garibaldi, Giorgio Santonocito, ha autorizzato il mantenimento  in servizio di circa 50 persone tra medici ed infermieri per  consentire il mantenimento della vitalità degli organi da  prelevare dal giovane, per la necessità di occupare le sale  operatorie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X