CARABINIERI

Caporalato, chiuse tre aziende agricole nel Catanese

CATANIA. Ventuno lavoratori sfruttati in nero sono  stati scoperti dai carabinieri del Nucleo ispettorato del Lavoro e  del Comando provinciale di Catania nell'ambito di un'operazione  finalizzata al contrasto del «caporalato» e del lavoro nero nel  settore agricolo. Chiuse tre aziende agricole ed elevate sanzioni  per 120 mila euro. I controlli sono stati condotti ad Acireale,  Aci Catena, Mazzarrone e Caltagirone.  In una prima azienda, a Mazzarrone, sono stati sorpresi in  attività di manutenzione delle serre 15 lavoratori in nero su 15  presenti, tutti italiani; in una seconda azienda, a Caltagirone,  sono stati individuati in attività di cura delle viti tre  lavoratori in nero su tre presenti, due rumeni e un bulgaro; in  una terza azienda, ad Aci Catena, è stato trovato, intento in  attività di concimazione di alcune piante, un lavoratore in nero  su tre presenti, tutti italiani. Altri due lavoratori in nero sono  stati sorpresi in altre due aziende ispezionate.   Nel complesso i carabinieri hanno controllato sei aziende  prevalentemente dedite alla raccolta di uva; scoperto 21  lavoratori in nero su 27 posizioni lavorative vagliate (18  italiani, 2 rumeni, 1 bulgaro); sospeso 3 attività  imprenditoriali; elevato sanzioni per 120 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook