Coniugi uccisi a Palagonia, in migliaia ai funerali: "Nessuno può sentirsi innocente" - Video

PALAGONIA. «Mentre a Roma e a  Bruxelles si litiga a Palagonia e nel canale di Sicilia si  continua a morire: si parli di meno, si agisca di più». Lo ha  detto monsignor Calogero Peri nell'omelia ai funerali dei  coniugi Solano. «Basta a campagne elettorali infinite - ha  aggiunto - pensiamo a risolvere i problemi della gente, perchè o  ci salviamo tutti o affondiamo tutti, come sul Titanic.  Vendetta, odio e rancore, non risolvono i problemi ma li  complicano». «L'accoglienza va  fatta, ma va fatta un pò meglio, anche perchè si sapeva che  certi inconveniente avrebbero dato frutti cattivi».

Nel corso dell'omelia il monsignor Peri ha continuato:   «Questa terra di Sicilia - ha aggiunto - sta diventando un  immenso cimitero in terra e in mare. Non ci stiamo che qualcuno  impunemente può decidere sulla vita e la morte delle persone  mentre c'è chi si arricchisce su lacrime e tragedie. Non ci  stiamo più a una guerra tra poveri: tra disoccupati del posto e  migranti in cerca di lavoro. Si sta creando una nuova civiltà e  occorre che questo avvenga nel miglior modo possibile».   «Nessuno può sentirsi del tutto innocente: quando il male arriva è perche gli onesti dormono».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X